Il centro di Villainquieta

Il centro del paese

Disegno di Daniela

Annunci

A Villainquieta nevica…

neve a villainquieta


Padre Geremia Ingannamorte

Padre Geremia Ingannamorte era un uomo alto e allampanato. Si diceva che lo avessero preso come modello per costruire il campanile. Si diceva poi che considerato il suo aspetto, così sottile e diafano e il suo nome allusivo, potesse avere più di cento anni.

padre ingannamorte


In qualche libreria…

…si possono trovare cose strane!

in libreria


Notte inquieta a Villainquieta

notteinquieta


Esistono altre Villainquieta?

Non che mi ci trovi male, eh? Gli abitanti sono simpaticissimi, il caprone di Jonata tiene dei concerti strepitosi e le galline di Berenice sfornano uova grandi come pantofole. A volte le fanno perfino colorate o con l’effetto “vetro di Murano”.
Il sole sorge all’alba e scende al tramonto e non avviene mail contrario. Questa è una delle solide certezze che mi fanno stare bene.
Però, una piccola vancanza in un altra Villainquieta non ci starebbe male. Ad esempio qui, ad Acapulco!

villainquieta-acapulco


Le ricette di Maghetta Streghetta

johnnydream
Chi mi ha dato un volto, cioè chi mi ha disegnato così, bello come il sole, pensieroso ma sereno, con le braccia conserte ma per niente pigro, con gli occhi azzurri che fanno vedere tutto bello, anche quello che bello non è…

Ecco, chi mi ha disegnato, cioè Grazia Giulia Guardo, in arte Maghetta Streghetta, o Iaia, (che può essere letto in questo ordine ma anche in senso contrario), ha appena pubblicato il suo libro di fumetto ricette. Ed io, come faccio a non leggerlo e fare amicizia con tanti personaggi che mi assomigliano?

Le ricette di Maghetta Streghetta, di sicuro uno dei ricettari più originali che siano mai stati concepiti.

La prima cosa da fare con questo libro è annusarlo. Sì, con i libri si fa così, si annusano, e questo profuma di buono. Poi si passa al sommario e scorrendolo si capisce che la storia si fa interessante. Qui non c’è la solita distinzione fra antipasti, primi, secondi, dessert. No, si seguono altri parametri che vi invito a scoprire.
Con l’acquisto contribuirete ad aiutare l’AIRC poiché Iaia ha deciso di devolvere i diritti d’autore a questa associazione che si occupa della ricerca sul cancro.

Ora mi fiondo a leggerlo per vedere quale piatto proporre a Villainquieta.

Le Ricette di Maghetta Streghetta

Le Ricette di Maghetta Streghetta

.


Benvenuti a Villainquieta

e questa non è una recensione da sogno? Da non dormirci più la notte…

STRAVAGARIA

Paolo Perlini, Benvenuti a Villainquieta, EdiGiò

foto-3

Raccontare favole è un’arte, qualsiasi bambino lo sa, ed anche qualsiasi adulto, soprattutto se ha avuto la fortuna di avere nella sua infanzia una persona speciale che lo prendesse sulle ginocchia per accompagnarlo in un mondo di immagini e parole.
Chi ha amato le storie da piccolo non smette di amarle da adulto e leggendo “Benvenuti a Villainquieta” si comprende fin dalle prime righe il motivo per cui questo libro -premiato da una giuria di ragazzi nel 2010, al concorso intitolato a Olga Visentini- faccia spuntare il sorriso anche sul volto di lettori più grandicelli.
Pani, al secolo Paolo Perlini, possiede naturalmente la capacità di incantare, e anche i racconti presenti sul blog hanno la semplice raffinatezza e lo stesso sguardo attento e scanzonato che riconosciamo tra le pagine di questa storia.

Johnny Dream, eroe pacifista e riservato, arriva a Villainquieta con gli abiti…

View original post 207 altre parole


Una dedica a Paolo

Anche la Topina ne parla…

La topina della valle Argentina

Cari topi,SONY DSC quest’oggi vorrei dedicare un post intero ad una persona che non ho mai citato nei miei articoli se non due o tre volte per chiedergli il nome di qualche pianta. Non ho mai SONY DSCpubblicizzato il suo blog (bellissimo), non l’ho mai premiato con qualche award che mi donavano, non ho mai nominato il blog della sua fantastica opera e, per giunta, l’ho sempre scherzosamente maltrattato rispondendo alle sue punzecchiature da vero brontolone ad ogni cosa che scrivevo. Una vera scocciatura! Avete presente Brontolo il nano di Biancaneve? Oppure il Puffo Quattrocchi, Bastian Contrario, Sebastian, il gambero di Ariel, ecco, lui è così. Oh, potete tranquillamente andare a vedere i vari commenti sparsi per il mio blog. Si è ammorbidito solo nell’ultimo periodo. Secondo me grazie ai suoi splendidi fans, i bambini della IV-B scuola elementare Ferrante Alberici di Boretto che, tutti insieme, hanno letto il suo capolavoro. Però…

View original post 294 altre parole


Dear Miss Fletcher che parla di…Benvenuti a Villainquieta

Una bellissima recensione da parte di Miss Fletcher. Roba da non dormire più la notte 🙂